Massaggio Thai – Massaggio Thailandese

Massaggio Thai – Massaggio Thailandese

La leggenda vuole che il fondatore del Massaggio Thai sia stato Jivaka Kumar Bhacca, soprannominato affettuosamente dai thailandesi “Papà dottore”. Amico personale del Buddha si presumibilmente che egli accompagnò il Buddha nelle peregrinazioni che intraprese per diffondere il suo insegnamento.

Scopri il massaggio Thai nel cuore di Roma

massaggio thai

Dalla conoscenza e dalla filosofia millenaria Thailandese sappiamo che il corpo, lo spirito e ambiente interagiscono in uno stretto legame di sincronia e sintonia. Il massaggio Thailandese tradizionale, le sue tecniche di manipolazione, possono trattare lievi disturbi dell’organismo restituendo a muscoli e mente un giusto equilibrio.

E’ noto per essere un tipo di massaggio curativo e per poterlo praticare è necessario seguire dei corsi specialistici. Benché in Thailandia sia riconosciuto e regolamentato dal governo e insegnato presso istituzioni pubbliche in Europa, tuttavia, ancora non è riconosciuto dalla scienza medica, per cui lo riteniamo un massaggio dalle sicure proprietà rilassanti.

Il Massaggio Thai è un massaggio per veri esperti.

Secondo questa teoria, attraverso la respirazione penetra nel corpo umano un’energia che lo mantiene in vita. In India questa energia viene chiamata prana, in Cina chi, in Giappone ki,in occidente “anima”, o meglio “spirito“.

L’energia si diffonde nel corpo attraverso dei canali detti “meridiani”. La libera circolazione dell’energia è essenziale al benessere degli organi, che grazie a essa si rigenerano e sono in grado di reagire alle aggressioni patologiche.

Il massaggio ha durata di 60 minuti

Il massaggio è eseguito a terra 

Il massaggio ha un costo di 14o euro

Disponibili pacchetti fedeltà

Effetti

I benefici del massaggio thai sono molteplici: miglioramento della postura, miglioramento della funzionalità del sistema nervoso, circolatorio e linfatico , Rilassamento e benessere generale  e Cura di specifici disturbi come dolori muscolari dovuti a contratture o tensioni. Dolori articolari provocati da posture scorretti, da artrosi, artriti e periartriti. Deformazioni della colonna vertebrale quali lordosi, cifosi, scoliosi. Nevralgie, insonnia, insufficienza circolatoria e cellulite.